Home > eventi > Nome in codice Caesar. Detenuti siriani vittime di tortura
30 giugno, 2018
18:00

Nome in codice Caesar. Detenuti siriani vittime di tortura

Il 23 Giugno alle ore 17,00 presso il Museo Diocesano di Catania sarà inaugurata la mostra fotografica “Nome in codice Caesar: detenuti siriani vittime di tortura”, in concomitanza con la Giornata Mondiale del Rifugiato (celebrata il 20 giugno). Le immagini scioccanti della Mostra (VIETATA AI MINORI DI 18 ANNI) voluta fortemente a Catania dal CO.P.E. dopo aver girato il mondo, mirano a far riflettere l’opinione pubblica sulla situazione di rifugiati e richiedenti asilo, sui contesti e le condizioni da cui scappano costoro. La mostra verrà inaugurata all’interno dell’Assemblea Ordinaria dei soci del CO.P.E. alla presenza del Presidente Michele Giongrandi e dei soci tutti; presenterà la mostra Valeria Gallitto(Referente per la Comunicazione del CO.P.E.), condurranno il dibattito in ambito internazionale, il Direttore del CO.P.E. Manuele Manente e il Dott. Ugo Tramballi, giornalista de “IlSole24Ore” e consulente ISPI di Politica Internazionale.
La mostra sarà aperta al pubblico da LUNEDI’ 25 A SABATO al 30 GIUGNO, ORARI: 9,30-13; 14-17,30 PRESSO VIA BISCARI N. 10 (traversa di Via Etnea, successiva alla Chiesa della Collegiata).