Home > Progetti > Progetto “Rete Globale Sad”

È in corso di attuazione il progetto consortile “Rete Globale SaD”, finanziato da Fondazione con il Sud e promosso dal Co.P.E. in partenariato con Forum Sad, A.Se.Con, Enigm,  GVS, Helpeople, L.E.S.S., Movimento Shalom, Soleterre, La Rosa Roja Dokita, Tulime.

Il progetto intende rendere più efficienti ed efficaci gli interventi solidali all’estero ed in Italia,  creare un network interregionale sulle buone pratiche del SaD e collegare quest’ultimo agli altri strumenti di cooperazione internazionale.

Obiettivo ultimo di progetto sarà la realizzazione della RETE GLOBALE SAD (RGS), al fine di includere e sviluppare interazioni fra tutti i soggetti coinvolti ed accrescere l’impatto degli interventi di cittadinanza attiva, partecipazione sociale e relazioni solidali; si prevede, infatti, di estendere la Rete dalle attuali 13 alle 35 province meridionali, attraverso una ricerca territoriale che porti all’inclusione di nuove associazioni e gruppi informali coinvolti a vario titolo nel SAD.

 

 

Nell’arco dell’anno scolastico appena concluso, il Co.P.E., in collaborazione con gli istituti scolastici C.D. “Teresa di Calcutta”, I. C. “Fontanarossa”, I. C.”De Amicis”, Ist. Dante Alighieri, L. A. “Emilio Greco” e I.T.N. “Duca degli Abruzzi”, ha realizzato il Percorso di Educazione alla Cittadinanza Globale “Together”, rivolto a circa 400 studenti delle scuole aderenti al progetto e presenti nel territorio di Catania e provincia. LINK CON TESTIMONINZA!

 

A fine settembre, inoltre, partiranno i corsi di formazione gratuiti su “Comunicazione sociale trasparente ed advocacy” e “Social & Web Marketing operativo”, rivolti ad operatori del Terzo Settore e per i quali è ancora possibile procedere con l’iscrizione.

Tra le azioni progettuali da implementare, infine, si prevede di avviare i “SAD Contact Points”, luoghi di informazione e tutoraggio ideati per supportare le associazioni che si avvicinano per la prima volta al mondo del sostegno a distanza, favorirne l’incontro, il confronto e lo scambio con le associazioni del settore e promuovere la divulgazione e la pratica del sostegno a distanza come strumento di Cooperazione Internazionale.