Home > Progetti > Kituo Cha Afya – Rural Health Centre – Centro di Salute Rurale, Nyololo, Tanzania

ottoxmille_banner“La cosa più importante in medicina?Non è tanto la malattia di cui il paziente è affetto, quanto la persona che soffre di quella malattia” (Ippocrate, 460 a.C.-377 a.C.)

Il Rural Health Centre (Kituo Cha Afya in lingua swahili) è l’ospedale realizzato dal CO.P.E. tra il 2004 e il 2007 nel villaggio di Nyololo, regione di Iringa, Tanzania.

L’ospedale sorge in una zona a bassissima copertura sanitaria: conta circa 60 posti letto e servizi di assistenza medica di base che servono una popolazione di circa 40.000 abitanti. Il secondo ospedale più vicino è quello distrettuale di Mafinga e dista 63 km. L’obiettivo è migliorare le condizioni di salute e ridurre le cause di mortalità con particolare attenzione alla salute materno-infantile e alla cura e prevenzione dell’HIV. L’ospedale è composto da 5 padiglioni: Pediatria, Maternità, Medicina generale donne, Medicina generale uomini e Reparto Isolamento. Per ogni reparto ci sono 10 posti letto, ad eccezione di quello di pediatria che ne presenta 12. Il servizio di punta di questo reparto è la presenza di una mensa gratuita, accompagnata da un servizio nutrizionale per il trattamento della malnutrizione infantile, che rappresenta un programma esclusivo e riconosciuto a livello territoriale.

Internamente al Progetto Kituo Cha Afya sono stati realizzati il Programma governativo dedicato alla salute materno infantile che prevede vaccinazioni e visite di controllo per le donne incinte e per i bambini al di sotto dei 5 anni, e il Programma di  cliniche mobili nei villaggi limitrofi in cui ci si occupa del controllo delle donne incinte, dell’immunizzazione, della crescita del bambino e della consulenza per HIV/AIDS. Inoltre, è stato realizzato il Programma governativo CTC (Care and Treatment Centre) per la prevenzione e cura dell’HIV: oltre ai servizi di somministrazione della terapia antiretrovirale e antibiotica per le infezioni e al sostegno psicologico durante la terapia, il programma prevede il VCT (Voluntary Conselling test) servizio gratuito che permette alla popolazione di effettuare il test HIV. Il Centro di riabilitazione POLE POLE interno all’Ospedale e realizzato grazie al co-finanziamento di Filo Diretto Onlus è rivolto alle disabilità infantili e prevede: monitoraggio, cura delle disabilità lievi e trasporto in centri specializzati per le disabilità più gravi. Negli ultimi 2 anni al Kityo Cha Afya si è puntato principalmente su: la formazione del personale locale e l’educazione della popolazione attraverso seminari ed eventi di sensibilizzazione socio-sanitaria aperti a tutti i cittadini. Questa zona della Tanzania ha le percentuali di diffusione dell’HIV tra le più alte (fra il 20 e il 40%) dei valori medi nazionali, poiché attraversata da una fra le principali arterie di comunicazione tra il porto di Dar Es Salaam e gli altri Paesi, quali Zambia, Mozambico e Malawi.

Nella regione di Iringa circa il 12% dei bambini con meno di un anno di età risulta malnutrito (Iringa Region Socio-economic Profile, 2013) e il livello di rachitismo è uno dei più alti in paese (51,3%), nonostante un’elevata produzione agro-alimentare. Soltanto l’8,8% dei bambini tra i 6 i 23 mesi ha una dieta sufficientemente varia e il 19,2% dei bambini tra i 6 e i 59 mesi non riceve un apporto adeguato di vitamina A. Inoltre, pochissime persone riferiscono di lavarsi abitualmente le mani prima dei pasti, un fattore che contribuisce alla diffusione di batteri nel cibo consumato (Tanzania National Nutrition Survey,2014).

Il presente progetto intende ridurre l’incidenza della malnutrizione, in particolare quella infantile, in cinque villaggi circostanti Nyololo: Nyololo Njapanda, Nzivi, Idetelo, Kisada, Kitelewazi. Il progetto avrà come punto di riferimento il centro di salute rurale Kituo Cha Afya. La popolazione dei cinque villaggi raggiunti è pari a 16.052 persone. La principale attività economica consiste nell’agricoltura di sussistenza e in particolare nella coltivazione di fagioli, mais, patate e verdure a foglia verde. Nonostante ciò, si registrano livelli di malnutrizione molto alti: nel distretto di Mufundi il 12,3% dei bambini con meno di un anno di età è malnutrito (Iringa Region Socio-economic Profile, 2013). Altra priorità è il problema della reperibilità del sangue con una conseguente necessità di istituire una banca del sangue.

Il Kituo Cha Afya è stato realizzato con il contributo della Conferenza Episcopale Italiana, che destina parte dell’ 8 x mille del gettito complessivo IRPEF per interventi caritativi a favore dei paesi in via di sviluppo (CEI, Interventi caritativi a favore dei Paesi del Terzo Mondo – 2006) e grazie al co-finanziamento della Regione Sicilia nel 2003 e nel 2007. La costruzione dell’ospedale viene avviata nel 2004 in collaborazione con la Diocesi di Iringa per volere congiunto della Parrocchia di Nyololo e dell’Arcidiocesi di Palermo.

Importante è anche la collaborazione intrapresa con “Diplomatic Spouses Group” l’organizzazione delle spose dei diplomatici, che raccolgono ogni anno dei fondi tramite opere di carità e li devolvono a piccoli progetti locali.

Origini d’intervento

  • 1994. La collaborazione tra il Co.P.E. e le due Diocesi aveva già permesso la costruzione e la presa di funzione del Rural Health Centre nel villaggio di Migoli, area di Izazi-Migoli, a sud-est del bacino di Mtera, nella stessa regione di Iringa.
  • 2002. Tale collaborazione permise di porre le basi e condurre i primi studi in loco per la realizzazione del nuovo progetto di cooperazione sanitaria nel villaggio di Nyololo.
  • 2004. Venne così avviato il cantiere per la costruzione del Centro di Salute Rurale di Nyololo, l’unico del Distretto di Mufindi.
  • 2007. KCA inaugurato in Giugno, con lo scopo di sopperire alla carenza d’assistenza medica e servire una popolazione di circa 65.000 persone.
  • 2010. Presso lo stesso KCA, ma un po’ in disparte per assicurare maggiore privacy, è inaugurato il Care and Treatment Clinic CTC, specializzato nel test HIV, servizio di informazione e prevenzione e cura dell’immunodeficienza mediante la distribuzione di farmaci antiretrovirali.

Reparti e Servizi Sanitari

1) OPD (Out Patient Deparment)

Il servizio ambulatoriale diurno del centro di salute comprende:

  • 2 ambulatori medici;
  • 2 stanze per le medicazioni;
  • 1 ambulatorio dentistico;
  • 1 laboratorio di analisi;
  • 1 farmacia;
  • 1 magazzino dei medicinali;
  • 1 accettazione;
  • 1 ufficio d’amministrazione;
  • 1 ufficio contabile;

2) Laboratorio d’analisi

Attivo dal 2011, è il laboratorio più fornito del distretto. Esso consente di effettuare, oltre a tutti gli esami biochimici di routine, analisi di parassitosi alimentari e di malattie sessualmente trasmissibili. Inoltre fornisce un servizio immediato e mirato ai pazienti affetti da HIV grazie all’attrezzatura per la conta dei CD4.

3) Servizio NHIF (National Health Insurance Fund)

Nel 2015 il KCA ha aderito al programma governativo che garantisce l’assistenza sanitaria gratuita, completa di analisi e fornitura di medicinali, per tutti i pazienti in possesso dell’assicurazione NHIF.

4) Servizio degenza

Attualmente i reparti di degenza sono 5: pediatria, maternità, uomini, donne e isolamento.    Per ogni reparto ci sono 10 posti letto, ad eccezione di quello di pediatria che ne presenta 12. Il servizio di punta di questo reparto è la presenza di una mensa gratuita, accompagnata da un servizio nutrizionale per il trattamento della malnutrizione infantile, che rappresenta un programma esclusivo e riconosciuto a livello territoriale.

5) Sala parto

Si trova all’interno del reparto maternità e grazie ad un programma governativo, presta servizio gratuito alle partorienti ed è completa di staff ostetrico.

6) Ossigeno terapia

Si tratta di un’unità recentemente attivata a seguito del cablaggio del Centro di salute con rete elettrica, che ha consentito l’introduzione di ossigenatori elettrici. Questa unità consente di far fronte ai casi di emergenza e di dare supporto ai pazienti con difficoltà respiratorie.

7) RCH (Reproductive Child Health)

Servizio governativo che si occupa della salute materno-infantile, del monitoraggio durante la gravidanza, della prevenzione e diagnosi delle malattie sessualmente trasmissibili; inoltre si effettuano terapie di profilassi contro la malaria, cure per vermi intestinali, anemie e malformazioni fetali fino alle vaccinazioni delle mamme e dei bambini fino all’età di 5 anni.

8) PMTCT (Prevention of Mother-To-Child Transmission) e VCT (Voluntary Counseling and Test)

Sono due programmi governativi attivi all’interno del centro, che si occupano rispettivamente della trasmissione dell’HIV da madre a figlio e della diagnosi, sensibilizzazione e consulenza sulla tematica dell’HIV/AIDS.

9) CTC (Care and Treatment Clinic)

E’ una struttura interamente adibita al trattamento dei pazienti sieripositivi che fornisce cure specialistiche, medicinali specifici e supporto psicologico.

10) Servizio di ambulanza

Attivo 24 ore su 24, è un servizio gratuito per le partorienti e, in caso di complicazioni o patologie non trattabili presso la struttura, consente di trasportare i pazienti al più vicino ospedale di Mafinga che si trova a 63 Km.

11) Reparto Odontoiatrico

Struttura realizzata nell’ambito del progetto ” Solidarietà Odotoiatrica  Internazionale” della Smile Mission Onlus, dedita alla salute orale in comunità svantaggiate.

Nuove strutture da realizzare

  • Sala Operatoria
  • Banca del Sangue
  • Alloggi per personale medico e infermieristico
  • Nuovo Inceneritore
  • Obitorio
  • Due nuovi reparti degenza